La quinta stagione di House of Cards: arriva il massacro

Sono giorni molto difficili per me, e sembrano mancare anche le forze per dedicarmi alle mie passioni. Eppure, ho deciso di andare online con un post. Un post conclusivo, che pone fine alla mia maratona di recupero di House of Cards. Con la quinta, infatti, ho visto tutte le stagioni dello show creato da Willimon per Netflix finora rilasciate dal colosso degli streaming..

Parto con una considerazione: la quinta stagione, ai miei occhi, è sì la diretta conseguenza delle precedenti, ma è anche molto diversa dalle altre. Innanzi tutto, senza girarci troppo attorno, l’ho trovata molto ingarbugliata e difficile da seguire – e alcune complessificazioni di trama le ho trovate anche eccessive -, discostandosi da quella meticolosa logicità che aveva caratterizzato le altre stagioni.

Le puntate finali, inoltre, segnano l’addio – quasi sempre tragico ed è questo che mi ha spinto a parlare di vero e proprio massacro – alla serie di un numero inverosimile di personaggi, creando quasi un reset dell’intero show (forse doveroso per l’eccessiva complessità che avevano raggiunto le relazioni tra i personaggi della serie). Ed è questa un’altra delle motivazioni per cui ritengo la quinta stagione di House of Cards meno valida delle precedenti. E con tutta probabilità voleva essere un’annata di transizione verso un nuovo panorama, da esplorare al meglio nelle stagioni successive (ma ce ne sarà una soltanto a causa del polverone generatosi dalla vicenda Spacey).

hocc

Ciò che ho continuato ad apprezzare, però, è la crudezza e la vividezza con cui si sono trasposti nella serie alcuni personaggi. Robin Wright, ad esempio, porta sulla scena un personaggio così gelido e spietato – di cui non avevamo conosciuto ogni sfaccettatura prima di questa stagione – che non può fare altro che inquietare. Ecco, in definitiva, mi sentirei di dire che uno dei punti di forza di House of Cards – per quanto sia paradossale da dire – è che riesca a inquietare con la realtà. Una realtà che ci lascia sconcertati, di fronte a un flusso di vicende, che stentiamo davvero a prevedere.

Un commento

  1. Non ho ancora visto la serie, anche se pensavo di inziarla. Ho seguito però un po’ le vicende di Spacey, mi sembra di aver capito che andranno avanti senza di lui, giusto?
    Per quanto riguarda questo periodo difficile per te spero passi presto.
    A presto, Feliscia.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...