3 Serie TV (di grande successo) con un protagonista non all’altezza

Buongiorno lettori. L’articolo di oggi spero incontrerà i vostri consensi, malgrado, ai più, potrebbe sembrare null’altro che una mia occasione per condividere opinioni impopolari in merito a serie TV amatissime, che hanno avuto tanto successo sia negli USA che nel nostro paese.

Oggi, in breve, desidero parlare di quei casi in cui le serie TV si son rivelati grandi successi, a dispetto di un protagonista dello show non sempre e non troppo esaltante.

Saranno tre i casi che vi sottoporrò e che sono, di fatto, degli esempi che ho sempre pensato di analizzare in un articolo, che oggi, finalmente, vede la luce.

 

AL NUMERO 3… Meredith Grey – Grey’s Anatomy

meredith

Probabilmente questo è il punto dolente dell’articolo, dato che Meredith è molto amata da quei folli – come me – che ancora seguono il Medical Drama di Shonda Rhimes. Tuttavia, non posso fare a meno di notare come Meredith, almeno fino a pochissimo tempo fa, non sia mai stata il personaggio più amato della serie. In qualche modo, ci sono sempre stati personaggi (anche secondari), capaci di creare più empatia col pubblico.

Molto lo si deve al fatto che Meredith, già nell’ottica degli showrunners, non doveva essere un personaggio perfetto e in parte, ritengo, lo si deve anche all’attrice, Ellen Pompeo, che, diciamocelo, non ha proprio un aspetto e un modo di fare da “simpaticona”.

La Grey ha passato varie fasi ed è, in definitiva, un esempio di donna forte, in carriera, che pensa prima a se stessa e poi agli altri. Tutt’ora la sua figura è parecchio controversa. Ha tre figli, eppure pensa a trovare un uomo con cui uscire, piuttosto che passare il poco tempo libero coi figli. Tanti aspetti che si sommano ad altri caratteri peculiari, già evidenziati nel corso della serie, che non l’hanno fatta apparire mai né la più buona né la più empatica.

Ciononostante, non posso esimermi dal dire che, col passare delle stagioni, Meredith sia diventata più umana e, malgrado i suoi “spigoli”, il pubblico (compreso me) ha iniziato ad apprezzarla proprio per i suoi difetti e per l’umanità dei suoi errori.

 

AL NUMERO 2… Piper Chapman – Orange is the new Black

meredithpiper

Alzi la mano chi vede Orange is the new Black per Piper? Come immaginavo, nessuno. Per motivi disparati, alla fine, nessuno si trova a solidarizzare più di tanto con Piper. È finita in carcere a causa della ex, Alex, eppure il pubblico, dopo pochissimo, si affeziona più ad Alex che alla stessa Piper.

La protagonista della serie Netflix espone tutti i problemi e gli aspetti controversi di una bianca privilegiata, che ha troppo tempo per pensare e combinare un casino dopo l’altro, quasi sempre senza rendersi conto di dove la vita la porta e delle conseguenze dei suoi sbagli.

Piper è un po’ una metafora della confusione della società privilegiata attuale. In qualche modo sbugiarda una realtà che non dovrebbe nemmeno esistere, ovvero sia il fenomeno delle persone che hanno tutte le possibilità nella vita e che, malgrado ciò, continuano a sbagliare e a non mettere la propria vita nei giusti binari.

Oltretutto, diciamocelo, Piper è un po’ isterica e non è convincente né quando appare troppo perbenista né quando tenta di diventare una vera stronza.

 

AL NUMERO 1… Rick Grimes – The Walking Dead

meredithpiperrick

Andrew Lincoln nei panni di Rick Grimes è una delle cose più fastidiose di The Walking Dead, elemento disturbo persino nelle prime stagioni, quando lo show AMC è ancora al suo meglio e propone puntate elettrizzanti. La sua disperazione ha un qualcosa di stucchevole che tende a infastidire gli spettatori, che, francamente, in maniera quasi inevitabile, finiscono per apprezzare quanto e più di lui personaggi che, sulla carta, sarebbero secondari.

Rick, alla fine, è un duro, ma il suo personaggio è complicato e non convince mai fino in fondo. Sembra che resti in vita, semplicemente perché gli altri hanno bisogno di lui, e non perché lo sviluppo della sua storia personale sia effettivamente una delle attrazioni della serie.

 

Certo, sicuramente, terminata la lettura di questo pezzo, molti di voi non concorderanno con me, ma queste sono le mie umili opinioni “impopolari”. Se volete dire qualcosa in merito vi prego di usare lo spazio commenti, per aprire un interessante dibattito su queste tre serie TV e su questi tre personaggi!

Ci vediamo presto con altri contenuti!

3 pensieri riguardo “3 Serie TV (di grande successo) con un protagonista non all’altezza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...