Operazione Recupero: La Terza Stagione di Grey’s Anatomy

Allora ditemi, ditemi perché questa serie riesce a dare assuefazione? Siamo onesti, non c’è un motivo logico o razionale per il quale, dopo pochissimi giorni, ti ritrovi ad aver finito una serie da molti, molti episodi, nel caso della terza stagione venticinque, senza essertene nemmeno accorto.

Potremmo considerare questa serie come il momento in cui il disastro ha finalmente inizio. Meredith Grey, preparati, perché te ne succederanno di ogni, d’ora in poi. Non nutro particolare simpatia per la protagonista, come si è evinto dai precedenti numeri di Operazione Recupero. Lei riesce, non si sa come, a sovvertire un meccanismo di empatia che sarebbe inevitabile viste le tragedie che vive. Eppure quel suo incedere da gatta morta, quel suo piangersi addosso, quel suo grigiore costante… Il suo atteggiamento riesce ad essere invulnerabile all’empatia e sono sicuro di non essere il solo a guardare la serie, pur non apprezzando la protagonista.

Comunque i drammi di Meredith (la morte della madre, la morte della moglie del padre nel momento in cui stava legando con Meredith, il padre che incolpa Meredith, il tentato suicidio, l’annegamento, i problemi con Derek) sono solo una delle due componenti principali della terza serie. Infatti un altro aspetto fondamentale è… IL SESSO. Già ne avevo parlato, ma adesso si esagera. George, con quella faccia da bambino innocente, finisce per far sesso con tutte le dottoresse (e non solo) del Seattle Grace. Ma come è possibile? Davvero io non capisco.

callieee

In tutto questo marasma di disgrazie e rapporti sessuali, accadono due eventi alquanto significativi. Lo spin-off di Private Practice, che mi costringe a dire addio ad Addison, che era uno dei miei personaggi preferiti, e il matrimonio poi non celebrato tra Burke e Cristina. Devo ammetterlo, il finale è stato da urlo. Sandra Oh è stata semplicemente mozzafiato nell’incarnare la parte della donna insicura prima e della donna abbandonata e triste dopo. Un finale struggente, che ci fa persino dimenticare di come Meredith abbia reagito alla dichiarazione d’amore di Derek (talmente indifferente da prendere a schiaffi).

calllieee

E in sottofondo abbiamo ancora una sempre più confusa Izzie, la quale ha scoperto di amare George – chiaramente – dopo che questi si è sposato con la donna più mainagioiosa della serie, Callie Torres, che sembra non accorgersi del fatto che al marito di lei non frega e non è mai fregato nulla.

callie

Tirando le somme, non si può che notare come la terza stagione sia stata un tripudio di tragedie e di rapporti disfunzionali che hanno complicato molto i nostri protagonisti. Sebbene i numerosi avvenimenti, credo che la serie sia servita come momento di transizione per far crescere i protagonisti e farci capire meglio cosa poterci aspettare da loro…

callieee

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...