BLACK MIRROR: UNA SCOPERTA MOLTO INTERESSANTE

Una delle serie più chiacchierate e oggetto di discussione e studi, negli ultimi anni, è sicuramente Black Mirror. Tutto il riscontro di pubblico e di critica ricevuto dalla serie britannica ha incentivato e creato in me una grande curiosità, che mi ha portato finalmente ad approcciarmi alla serie.

Black Mirror è davvero uno show televisivo di grande interesse e di grande livello. Uno di quei programmi che, magari, non ti segneranno per tutta la tua vita, che non definiranno il tuo gusto in fatto di spettacolo, ma che sicuramente non possono lasciarti indifferente.

blacmmm

L’obiettivo dello show è molto semplice: denunciare gli effetti dannosi della tecnologia, ipotizzando un futuro o una realtà fittizia in cui alcuni strumenti tecnologici hanno ormai drasticamente cambiato il mondo, la percezione di esso e le relazioni che intercorrono tra le persone.

Dietro una brillante ricerca per trovare espedienti idonei a catalizzare l’attenzione e a scandalizzare e provocare il pubblico, c’è un messaggio assai semplice: non è detto che la tecnologia ci migliori la vita, anzi. L’obiettivo – non troppo velato – è quello di far comprendere allo spettatore che alcune evoluzioni sociali, dettate dal progresso, sono nocive per l’umanità.

blackm

Un’impressione inevitabile, nel vedere la serie, è quella di una – forse velata – citazione a 1984, capolavoro di Orwell, che, a sua volta, ha descritto una realtà in cui lo sviluppo ha creato una società piena di distorsioni. Di distorsioni molto evidenti, che hanno enfatizzato – se possibile – quelli che sono i difetti e le ombre insite nella natura umana.

blackmirr

Al momento attuale, ho visto soltanto la prima serie di Black Mirror, ma, specialmente con l’episodio finale, ho avuto il sentore di avere una forte e bruciante curiosità di andare avanti e scoprire fin dove i creatori si siano potuti spingere, producendo per noi una realtà così sconvolgente e, allo stesso tempo, incredibilmente interessante da vedere. Pertanto non posso che definire Black Mirror come una scoperta assai interessante, che conferma quanto di buono altri appassionati avevano riferito riguardo alla serie e ritengo che, a prescindere dalle proprie inclinazioni di gusto, bisognerebbe che tutti diano una chance alla serie, perché offre un momento di riflessione imparagonabile sfruttando la tecnica comunicativa più efficace per un simile esperimento socio-culturale, ovvero quella della drammaturgia combinata effetti speciali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...