Recensione di Assassinio sull’Orient Express

In una gelida serata di Dicembre mi reco al cinema per vedere uno dei film più attesi di questa fine dell’anno. E mi riferisco proprio – come si evince ovviamente anche dal titolo – ad “Assassinio sull’Orient Express. Le aspettative per tale film erano molto alte, visto che si trattava di una storia rodata (il film oltre ad essere un remake è basato sull’omonimo romanzo di Agatha Christie) e il cast era a dir poco stellare (Penelope Cruz, Johnny Depp, Michelle Pfeiffer, Judi Dench ecc…).

Mi aspettavo una pellicola avvincente, che fosse riconoscibile per le atmosfere eccentriche che spesso accompagnano il detective Poirot nelle sue varie trasposizioni televisive/cinematografiche. E la pellicola diretta e interpretata da Kenneth Branagh ha sicuramente rispettato le pretese, mie e del pubblico, regalando un film divertente, curato, intrigante e mai noioso.

ass

La forza della storia della Christie, tra l’altro, a mio modo di vedere, è quella di proporre una storia che, una volta cadute le maschere dei personaggi, è sicuramente lineare e semplice (ma non banale). È una finta macchinazione narrativa quella che sta dietro le vicende del film, dato che, appena si trova il filo conduttore che lega i passeggeri, appare chiaro che il finale logico e coerente non possa che essere uno e uno solo. Una storia lineare che conferma come, spesso, la nostra tendenza moderna a strafare, con svolte sorprendenti e strutture narrative sovrabbondanti, non porta a un risultato all’altezza di quello dei modelli più classici come potremmo considerare il modello narrativo della Christie.

assas

Ribadisco, inoltre, come io abbia particolarmente apprezzato le atmosfere del film, con personaggi e paesaggi che io definirei pieni di colore, capaci di portare lo spettatore in un mondo lontano dal proprio, pur facendolo sentire a proprio agio. Un mondo in cui il tratto distintivo peculiare è proprio Hercule Poirot, un personaggio bizzarro che suscita la simpatia di qualsiasi spettatore.

Sono tante, dunque, le ragioni per cui ritengo che l’opera di Branagh meriti davvero di essere vista e, senza addentrarmi ulteriormente nella trama, vi consiglio vivamente di fare una capatina al cinema, se non lo avete già fatto.

 

Un pensiero riguardo “Recensione di Assassinio sull’Orient Express

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...