Sanremo 2018: un bel Festival con canzoni non all’altezza

Già l’anno scorso ho speso due parole sulla kermesse sanremese, da sempre uno dei momenti televisivi dell’anno che attendo con maggior entusiasmo. E quest’anno non è accaduto diversamente con l’edizione diretta da Claudio Baglioni, che ha avuto al suo fianco il valido Pierfrancesco Favino e la meravigliosa Michelle Hunziker.

Come l’anno scorso preferisco affrontare le singole componenti del festival in modo separato e darne una valutazione quanto più esauriente possibile.

CANZONI IN GARA:

 

  1. Ermal Meta e Fabrizio Moro – “Non mi avete fatto niente”

La canzone vincitrice è sicuramente una canzone pregna di significato, che vede, inoltre, ancora una volta un Ermal Meta ispiratissimo mettere in mostra doti vocali mostruose. La questione plagio non l’ha fermata e forse possiamo accontentarci di aver avuto dei vincitori degni in un anno in cui non c’era una competizione feroce.

Voto: 6.5

festivo

  1. Lo Stato Sociale – “Una vita in vacanza

Sinceramente ho odiato quello che ha significato la loro partecipazione a Sanremo. Sono stati irriverenti sin dall’inizio e hanno goduto dell’appoggio di chi solitamente non guarda il Festival e che quest’anno lo ha guardato solo per sostenerli e votarli. La sala stampa ha fatto capire sin da subito inoltre di schierarsi per questa canzone, che, a mio modo di vedere, è il trionfo di una pochezza che in pochi hanno colto. Motivetto orecchiabile, testo banale e piacione, performance canora nulla. Non paragonatela a Occidentalis Karma.

Voto: 5.5

 

festivaaa

  1. Annalisa – “Il mondo prima di te”

Io vorrei ascoltare Annalisa con canzoni melodiche e tradizionali. Il mondo prima di te è sicuramente una canzone con una melodia più armoniosa rispetto alle sue ultime sperimentazioni musicali. Lei è bravissima, ma penso che debba ancora trovare la chiave per rendere al meglio delle sue potenzialità, sebbene ci si stia avvicinando.

Voto: 6.5

  1. Ron – “Almeno pensami”

A mio modo di vedere il miglior testo di questo Sanremo. Almeno pensami è la canzone più romantica e malinconica del festival. La performance è toccante, ma, a quanto pare, a noi italiani basta ridacchiare vedendo una vecchia che balla.

Voto: 7.5

  1. Ornella Vanoni, Bungaro e Pacifico – “Imparare ad amarsi”

Valutando complessivamente composizione e parole, Imparare ad amarsi è forse la miglior canzone del festival. Un pezzo che, interpretato da un’artista più apprezzata dal pubblico più giovane del festival, avrebbe avuto un altro successo.

Voto: 7.5

  1. Max Gazzè – “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”

È sicuramente un’ottima melodia e un testo struggente. Gazzè riesce sempre a impressionarci. Personalmente a Sanremo preferisco le canzoni che più rispecchiano lo spirito della musica leggera italiana, ma ciò nulla toglie al valore del pezzo dell’artista romano.

Voto: 7

  1. Luca Barbarossa – “Passame er sale”

È una bella storia, narrata con una canzone non entusiasmante, ma nemmeno orrenda.

Voto: 6

  1. Diodato e Roy Paci – “Adesso”

Più la ascolti, più ti entra in testa e riesci ad apprezzarla, per quanto non abbia particolari punti di forza per puntare a un successo straordinario.

Voto: 6.5

  1. The Kolors – “Frida (mai, mai, mai)”

Forse unica canzone non depressiva del festival. Non ha una profondità tale, però, da permettere ai The Kolors di portare a casa qualcosa di più di questo nono posto.

Voto: 6.5

  1. Giovanni Caccamo – “Eterno”

Non ha preso una nota. Difficile parlare della canzone, che ha tuttavia comunque un bel testo.

Voto: 5/6

  1. Le Vibrazioni – “Così sbagliato”

Piano piano ti prende questa canzone, malgrado, a tratti, Sarcina risulti anche fastidioso con le sue note alte. La versione con Skin ha permesso al pubblico di apprezzare in modo molto più convinto il brano.

Voto: 6.5

  1. Enzo Avitabile e Peppe Servillo – “Il coraggio di ogni giorno”

Francamente, per quanto lontani dal mio genere, non li ho trovati agghiaccianti.

Voto: 6

  1. Renzo Rubino – “Custodire”

Canzone troppo complessa, quasi cervellotica. Racconta una storia e lo fa senza dare troppo respiro alla musica e senza coinvolgere troppo i suoi ascoltatori.

Voto: 6

  1. Noemi – “Non smettere mai di cercarmi”

Mi piace moltissimo il significato della canzone. Avrei sperato davvero migliore fortuna per lei in questo Sanremo. Alcune sue performance davvero graffianti e convincenti. Spero ci provi ancora, malgrado questa delusione… Sembra ormai destinata a divenire una cantante di nicchia, mio malgrado.

Voto: 7

  1. Red Canzian – “Ognuno ha il suo racconto”

Che ci fa qui? Comunque la canzone, pur banalissima, è ascoltabile.

Voto: 5.5

  1. Decibel – “Lettera dal Duca”

Non è fastidiosa da ascoltare, ma non si capisce bene che tipo di pubblico voglia raggiungere.

Voto: 5.5

  1. Nina Zilli – “Senza appartenere”

Una canzone che non prende. Non è terribile, ha anche un bel significato. Lei è brava, ma non riesce a conquistarti con “Senza appartenere”

Voto: 5/6

  1. Roby Facchinetti e Riccardo Fogli – “Il segreto del tempo”

Che ci fanno qui? La canzone è veramente orrenda. Non penso che serva ricorrere a descrizioni tecniche per affermare che la loro sia stata una partecipazione assolutamente evitabile.

Voto: 4.5

  1. Mario Biondi – “Rivederti”

Bella la composizione musicale, cantato totalmente slegato dalla base. Anche qui la storia narrata nella canzone non ha la giusta incisività.

Voto: 5

  1. Elio e le storie tese – “Arrivedorci”

Vi prego non tornate.

Voto: 5

In generale, mi sento di dire che il livello medio è stato sufficiente. E questa generale mancanza sia di infamia che di lodi non è certo il meglio che si potesse aspettare da quella che dovrebbe essere la cartina al tornasole della musica italiana.

Voto alle canzoni in gara nel loro complesso: 6

Conduzione:

Baglioni fa lo stretto necessario. Orchestra numerosissime gag e poi si limita a intervenire con gli ospiti e a duettare (più e più volte). Favino e la Hunziker sono partner in grado di tenere in piedi lo spettacolo, di non fare strafalcioni, e, qualche volta, anche di alzare l’asticella. Positiva la conduzione di quest’anno.

Voto: 7.5

68th Sanremo Music Festival 2018

 

Ospiti e spettacolo:

Tralasciando la sigla di Heidi in versione Rock, lo spettacolo di questo Sanremo non è certamente mancato e tutti gli ospiti hanno giustificato la loro presenza. Ci saremmo giusto evitati James Taylor alle prese con l’italiano, ma, a parte questo, sono stati tanti i momenti memorabili. Da Fiorello a Laura, dal Mash Up di Favino a Virginia Raffaele, passando per Antonacci e Fiorella Mannoia.

Voto: 8 (e quest’anno anche l’aspetto comico ha tenuto alta l’asticella dello show, cosa rarissima negli ultimi festival).

Concluderei con una menzione alla scenografia, che ho trovato davvero superba, e anche agli abiti sfoggiati nelle varie serate, che hanno regalato uno scorcio di bellezza a un paese che ha bisogno anche di idealizzare quello che può essere e le vette che può raggiungere. D’altro canto, però, segnalerei anche un evidente demerito nella selezione delle Nuove Proposte, con brani assolutamente strampalati per quello che è in genere il gusto musicale popolare italiano, e con poche eccezioni degne di essere ascoltate e riascoltate (salverei giusto Ultimo e Mirkoeilcane). Sono certo che tra gli esclusi dalla categoria Giovani si poteva anche pescare meglio, per portare canzoni più “forti” al Festival.

In definitiva, dunque, ciò che mi posso auspicare per la prossima edizione è che, a uno show adeguatamente organizzato e ricco di spunti divertenti e interessanti, si accompagni una selezione musicale di più alto livello e che magari veda in competizione più volti nuovi della musica.

Voto complessivo: 7

2 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...