Recensione de “L’Alienista” (libro) – scopriamo il libro da cui è stata tratta la serie Netflix

Qualche mese fa sul blog ho recensito “L’Alienista” (qui), una serie Netflix di grandissimo successo, con un cast stellare e una storia intrigante. Storia intrigante che mi ha portato a voler sapere ancora di più, a voler toccare con mano il thriller storico e inquietante che ha ispirato la serie.

Alie

Il romanzo, da cui è tratta la serie, che avrà una seconda stagione, è uno dei libri che hanno reso famoso Caleb Carr, autore letterario ed esperto di storia americana, che ha profuso tutte le sue conoscenze e il suo talento nel libro che sto per recensire.

Il romanzo di Carr, che ho definito – forse semplicisticamente – un thriller storico, è un romanzo che ha grandissime qualità. Narra di una serie di omicidi cruenti e scioccanti, ma soprattutto – come rivela l’autore – si pone l’obiettivo di indagare la dinamica dell’omicidio seriale in un’epoca – il 1896 – in cui ancora non si comprendeva come potessero essere risolti i crimini commessi da chi non aveva uno stretto collegamento con le vittime.

Gli omicidi seriali nascono ovviamente prima che venga creata la “scienza del comportamento”, l’indagine sui tratti psicologici dell’assassino. E ne “L’Alienista” viene descritta tutta la difficoltà di dare dignità alle speculazioni e alle indagini psicologiche e criminologiche come vero e proprio metodo di risoluzione di un caso.

ALIENISTA

Ma il thriller è anche un’occasione per approfondire la storia americana e la storia di New York. Con descrizioni precisissime della Grande Mela alla fine del diciannovesimo secolo e con l’utilizzazione di Theodore Roosevelt come vero e proprio personaggio del romanzo si arriva ad avere un romanzo tridimensionale, pieno di spunti e di aspetti accattivanti.

I protagonisti del romanzo sono perfettamente riusciti, dalla voce narrante, John Schuyler Moore, giornalista del Times, all’alienista vero e proprio, Laszlo Kreizler. I due e i loro aiutanti, tra cui spicca Sara Howard, prima donna a svolgere un vero e proprio ruolo investigativo a New York, sono una vera attrattiva per un romanzo che ti appassiona e che non annoia praticamente mai.

Analizzate le caratteristiche del libro, mi sento soltanto di dire che Caleb Carr riesce meravigliosamente a perseguire i suoi obiettivi, tanto di fare un approfondimento sulla nascita delle scienze comportamentali quanto di descrivere una New York che ormai non esiste più, ma che appare la città più importante per descrivere come si è evoluta l’America e come è diventata una società multietnica.

In conclusione, mi sento di dire che “L’Alienista” è un romanzo perfetto, perché riesce a collegare l’intento didattico, che ogni libro dovrebbe avere, con la creazione di una storia avvincente che incita il lettore a voltare pagina dopo pagina, ragion per cui mi sento di consigliarne a tutti la lettura (sebbene la serie, eccetto forse per alcuni eventi finali, sia molto fedele e, quindi, a livello di trama non si riscoprirà molto di più di quanto viene raccontato nello show televisivo, qualora lo aveste visto).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...