I PREFERITI DELL’ANNO

Oggi provo a cimentarmi anche io con una challenge che ho visto in almeno un paio di blog. Proverò a condividere con voi una selezione delle “cose migliori” che ho visto, letto e ascoltato nell’ultimo anno, sperando sia una buona occasione per immergerci nel periodo festivo che ci porterà a dire addio al 2018!

Ho deciso di fare una selezione piuttosto che una scelta secca, dal momento che ritengo sarebbe troppo difficile escludere dalle menzioni delle opere che mi hanno emozionato e che hanno segnato sicuramente quest’anno, che, per me, è stato particolarmente difficile e stancante dal punto di vista emotivo.

LIBRI:

silence

#1 – Il Silenzio degli Innocenti – Thomas Harris

Sono stato in dubbio fino all’ultimo, ma sì, lo posso dire. Il libro più bello che ho letto quest’anno è “Il Silenzio degli Innocenti”. Edito nel 1988, “Il Silenzio degli Innocenti” è il capolavoro di uno dei maestri del thriller, Thomas Harris. Un romanzo adrenalinico, senza tempo, perfetto nel creare e nel descrivere uno scontro tra bene e male che si sostanzia nella lotta a un crimine seriale che tutti conosciamo, per via della trasposizione cinematografica che ha consacrato Jodie Foster come attrice.

#2 – Chiamami col tuo Nome – Andrè Aciman

Un amore tormentato e intensissimo. Un amore come pochi rende vivide le pagine del libro di Aciman, datato 2007, ritornato alla ribalta grazie al film-evento di Luca Guadagnino. Chiamami col tuo Nome racconta la scoperta di se stessi, per il tramite dell’amore, della vicinanza tra due corpi, per via di un’attrazione che si trasforma in pulsione interna e incandescente. Un libro toccante e vero, che dà una prospettiva brillante di quella che è la scoperta della propria sessualità.

#3 – L’Alienista – Caleb Carr

L’Alienista, thriller ambientato nella New York del 1896, è un vero e proprio capolavoro nel suo genere. Carr descrive un’indagine avvincente e dei crimini, a dir poco, orrendi che terrorizzano un’antica New York che viene perfettamente descritta dall’autore. Un romanzo mirabile per l’equilibrio che l’autore trova tra intento formativo/informativo e scopo intrattenitivo tipico delle opere letterarie.

FILM:

astarisb

#1 – A Star is Born

Chi l’ha detto che i remake non possono essere film meravigliosi? A Star is Born, film di Bradley Cooper con Lady Gaga, è un film incredibilmente intenso. Come La La Land il film di Cooper parla di sogni e di realtà. Quando i sogni hanno la meglio sulla realtà e quando la realtà è troppo dura per continuare a sognare. Due prospettive raccontate a meraviglia in un film che merita importanti riconoscimenti!

#2 – Chiamami col tuo Nome

Un film sensuale e intenso. Anche nella categoria film ritorna lo stesso titolo. La pellicola di Guadagnino, tratta dal romanzo di Aciman, è sicuramente un’opera di qualità. Un film intrigante e attraente, in cui anche la fotografia aiuta alla perfezione il regista a creare l’atmosfera e la storia che vuole portare sullo schermo. Non saprei dire se ho preferito il libro o il film. Entrambi meritano tanto!

#3 – Coco

È un film del 2017, sì. Ma l’ho visto per la prima volta quest’anno, quindi dritto in classifica. Un film incredibilmente romantico e commovente. Si può parlare di vita che finisce anche ai bambini? In realtà sì, e la Pixar c’è riuscita con Coco. Pellicola talmente riuscita da augurarmi che diventi vero e proprio canone per quelle che saranno le nuove produzioni d’animazione Disney e non solo.

SERIE TV:

alienistaa

#1 – L’Alienista

Ennesimo titolo che si ripete. Sì, perché penso che la versione Netflix del romanzo di Caleb Carr sia la serie migliore che ho visto in questo 2018. Un vero e proprio show che impedisce allo spettatore di distaccarsi. Uno show interessante e adrenalinico, con un grande cast. Per gli amanti del thriller televisivo è il massimo. Fatico a ricordare una serie di ugual genere parimenti riuscita, quindi consigliatissima.

#2 – La Fantastica signora Maisel

Diciamocelo, stavolta Amy Sherman-Palladino sembra aver ritrovato la formula magica, con la serie scritta per Amazon Studios. La comedy ambientata nella New York del 1958 è un programma unico, brillante e divertente. Uno show-tributo alla “stand-out comedy”, che diventa davvero spettacolo meraviglioso, con personaggi vividi e una sceneggiatura, a dir poco, strepitosa!

#3 – How to get away with Murder

Non mi importa se la serie di Shonda e Nowalk rischia, ultimamente più che mai, di diventare “ripetitiva”. Il sexy legal-drama è ancora uno dei miei show preferiti. Mi incuriosisce, settimana dopo settimana, mi stimola a fare previsioni e non mi annoia mai. Grazie a serie come HTGAWM riusciamo ancora ad apprezzare le serie “vecchia maniera”, che non vengono interamente rilasciate su una piattaforma, ma ci costringono ad aspettare settimane e mesi per venirne a capo!

Per finire in bellezza vi propongo la playlist del mio 2018! Non sono un esperto di musica, ma penso che possa pure concedermi di condividere i miei gusti, forse un po’ troppo “commerciali”, ma, alla fine, chissene importa. Non prevedo di fare recensioni musicali, quindi non vi preoccupate 😉

PLAYLIST 2018:

Shallow – Lady Gaga & Bradley Cooper

Amore che torni – Negramaro

La Casa Azul – Marco Mengoni

Mi Parli Piano – Emma

Da Sola (in the night) – Takagi & Ketra

Felicità Puttana – TheGiornalisti

I Miei Rimedi – Noemi

Frasi a Metà – Laura Pausini

Essere Semplice – Diodato

Poesia Senza Veli – Ultimo

Naked – James Arthur

2 pensieri riguardo “I PREFERITI DELL’ANNO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...