CULT MOVIES #2: NOTTING HILL

Anche in questa edizione della nuova rubrica, dedicata ai film rimasti nella storia del cinema, mi dedico a una commedia romantica. E anche stavolta la protagonista della pellicola è Julia Roberts. Il film di cui intendo parlare è Notting Hill, pellicola del 1999, diretta da Roger Michell.

notting

La trama vede la Roberts nei panni di Anna Scott, attrice statunitense di fama mondiale, che si imbatte per caso in William Thacker (Hugh Grant), libraio del quartiere londinese di Notting Hill. Dopo una piccola disavventura con un bicchiere di succo d’arancia, Anna finisce a casa di William e, attratta da questo giovane libraio dall’aria spaesata ma anche affascinante, lo bacia quasi istintivamente. Per il resto della pellicola i due si rincorrono, con Anna che sembra attirata da William, ma, allo stesso tempo, troppo bizzosa per comportarsi a modo con lui.

Si tratta, in breve, dell’ennesimo film in cui una coppia, di diversa classe sociale, con un diverso background, riesce a superare le differenze con la forza dell’amore. Scrivere questa frase mi ha fatto alzare, e non poco, il tasso glicemico, ma non me ne vergogno. Secondo me le commedie romantiche hanno sempre funzionato e, tutt’ora, continuano a funzionare. Anche se l’amore è in crisi, anche se è sempre più difficile costruire rapporti stabili, siamo sempre pronti a immedesimarci nelle favole cinematografiche in cui l’amore riesce a vincere tutto.

Notting-Hill.1

Notting Hill è una pellicola solida, con scene divertenti, personaggi secondari ben descritti, e una buona interpretazione dei protagonisti. Grant è, a mio modo di vedere, impeccabile nei panni del suo personaggio. Riesce ad apparire sexy, pur dovendo vestire i panni del “comune mortale alle prese con una dea”.

Per le due ore scarse di film, lo spettatore finisce per immergersi completamente nel quartiere londinese di Notting Hill, di cui apprezza tanto le ambientazioni quanto i bizzarri personaggi che lo abitano.

Ciò che funziona meno, forse, nel film è la comicità, con alcune scene un pelino troppo ridicole per essere comprese. Ma è, malgrado ciò, un film che definirei, se mi passate il termine, genuino, capace di farci innamorare a nostra volta.

2 pensieri riguardo “CULT MOVIES #2: NOTTING HILL

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...