Fanfiction: cosa sono? Da che parte stare?

Oggi era originariamente prevista l’uscita della mia intervista su Il Lettore Curioso Blog per parlare del mio libro. Sfortunatamente il romanzo è ancora in fase di revisione su Amazon e sarà disponibile a breve. Mi dispiace moltissimo questo piccolo errore nel calcolo delle tempistiche, che denota tutta la mia inesperienza, ma accontentiamoci del fatto che “sbagliando si impara”.

Per farmi perdonare, oggi ho deciso di parlare di un fenomeno letterario – forse sarebbe meglio definirlo para-letterario – che ha caratterizzato il nostro secolo.
Mi riferisco alle Fanfiction!

Partiamo con il dare una definizione di fanfiction: per fanfiction si intende un’opera scritta dai fan, che rielaborano e trasformano – più genericamente traggono spunto – da opere di altri autori.

Se la fanfiction potrebbe sembrare un fenomeno connesso a Internet, la sua origine affonda le proprie radici in un’epoca più risalente. Si parla tecnicamente di fanfiction solo successivamente alla creazione di norme relative ai diritti d’autore. E il fenomeno viene riscontrato già nella prima metà del ‘900, quando il termine fanfiction assume un connotato dispregiativo, volto a caratterizzare negativamente le opere letterarie che traevano origine da opere precedenti e di altri autori.

fanfictt

Prima delle norme sui diritti d’autore, invece, la rielaborazione di materiali non inediti era un genere letterario PARIFICATO agli altri. Basti pensare a Shakespeare, che, nelle sue opere, rielaborò materiali e storie pubblicate soltanto pochi anni prima dei suoi lavori.

Negli anni ’90 vi è una prima “epoca d’oro” della fanfiction, almeno per come la intendiamo adesso. La fanfiction si sviluppa in relazione alla diffusione dei fandom. Si creano franchise talmente popolari che vengono seguiti con una passione viscerale. La stessa passione che porta i fan a volere “mettere le mani” sui personaggi e sulle storie delle proprie opere preferite. Se tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, le fanfiction più popolari erano quelle dedicate a Sherlock Holmes, negli anni ’90 vengono trainate dal fandom di Star Trek.

Non esistendo internet, vi chiederete come venissero diffuse le fanfiction. Bene, esistevano dei cosiddetti “fanzines”, in cui venivano pubblicate queste storie, e poi si entrava a contatto col mondo delle fanfiction nelle convention dedicate ai grandi franchise e alla cultura “nerd”.

Con gli anni 2000 e la diffusione di internet, la fanfiction sembra voler ritornare al “rango” di opera letteraria al pari delle altre. Si dà vita a veri e propri fenomeni di cui il più celebre è “Cinquanta Sfumature di Grigio“, nato come una fanfiction di Twilight.

In Italia i più popolari siti di fanfiction sono EFP e Wattpad. Proprio Wattpad ha stimolato una nuova discussione in merito alle fanfiction e ha spaccato il mondo dei lettori e degli editori. Da una parte c’è chi si limita a seguire l’ “onda” dei fenomeni e un’opera va bene fintantoché è seguita da un pubblico. Dall’altra c’è, invece, chi critica e si dimostra poco affine alla creazione di opere che non sono altro che rielaborazioni.

Va detto, però, che un’opera sottoposta a copyright NON può portare un fan a rielaborarla e a utilizzarla a scopo di lucro. Ma, nella maggioranza dei casi, gli autori delle opere originali sono lusingati dalle fanfiction e trovano le fanfiction un modo per farsi pubblicità. Dipende, comunque. E’ risaputo, ad esempio, che George R. R. Martin odi le fanfiction e sia assolutamente contrario al fatto che i fan utilizzino i suoi personaggi per le proprie storie.

Una curiosità sul mondo delle fanfiction: quasi l’80% di autori di fanfiction si identifica col genere femminile. Sono, dunque, pochissimi gli uomini a interessarsi alle fanfiction. Segno di una letteratura sempre più “donna”? O segno di una minore propensione degli uomini ad affezionarsi alle opere di altri autori?

Da questa riflessione, volevo stimolare un piccolo dibattito. Pertanto, cari lettori, vi chiedo:

Cosa ne pensate delle fanfiction?

Scrivereste/scrivete/avete scritto delle fanfiction?

Cosa vi piacerebbe rielaborare?

43 commenti

      1. Quelle che finiscono bene. Sia storie inventate con personaggi di serie o film sia quelle che iniziano da un certo punto della storia e la cambiano per darle un finale più allegro/non deprimente.

        Piace a 1 persona

      1. È sempre difficile… da un lato, capisco un autore che voglia preservare il proprio ideale da rimaneggiamenti altrui, ma dall’altro non è che si possa impedire alle persone di fantasticare.
        Per me, alla fine, basterebbe scrivere “Liberamente basato sul lavoro di [autore]” tanto per non farlo scambiare per parte del canone.

        Piace a 1 persona

  1. Per il tuo libro non ti preoccupare, essendo il primo AMAZON si prende più tempo per le verifiche, poi ci impiegherà meno. Le fanfiction a volte le leggo, ma non le scrivo, preferisco creare io i personaggi (ovviamente se non si tratta degli storici con personaggi real)

    Piace a 1 persona

      1. Ti dico, questo dipende anche da quanto sei legato ai personaggi, almeno secondo la mia esperienza. Per dire, amavo talmente tanto i personaggi di Glee e di Once Upon a Time che riuscivo con facilità a gestirli nelle mie storie. Con altri fandom avevo senza dubbio più difficoltà.

        Piace a 1 persona

  2. Ho sempre inventato storie parallele su tutto, anche se di solito non le scrivevo: essendo spesso punito senza televisione (causa rendimento scolastico) cercavo di prevedere il comportamento dei personaggi dei cartoni e il finale della storia, basandomi su quanto già sapevo.
    Ed è da un po’ che mi stuzzica l’idea di una fanfiction su un videogioco, ma sarebbe una roba monumentale (per i miei standard, almeno, dato che tendo a scrivere storie brevi).

    Riguardo alla dignità delle fanfiction, direi che andrebbero criticate come ogni altra storia: si legge e si valuta il risultato.
    Immagino – perché non ne leggo, ultimamente sto leggendo poco in generale – che ci siano perle mescolate a mari di liquami, come in ogni altro ambito.

    Piace a 1 persona

  3. A me le fanfiction non piacciono, soprattutto perché almeno l’80% di quelle che girano sono basate su storie d’amore (per non dire descrizioni dettagliate degli incontri sessuali dei vari protagonisti). Od almeno io non ho mai letto e/o sentito parlare di altro genere di trama.
    Mchan

    Piace a 1 persona

      1. Sarà etero ma ultra cinquantenne. Un genere ancora inesplorato, se non sbaglio le fanfiction si basano tutte su adolescenti o under 30enni. Pensa alle scene hot praticamente inedite 😜
        Mchan

        Mi piace

  4. Mai lette e mai scritte, secondo me non dev’essere per niente facile scrivere una buona fanfiction senza cadere nel plagio, chiamiamolo così… ma non amo questo genere di scrittura, associo i personaggi ai loro autori e trovarli utilizzati in altri contesti non mi fa impazzire

    Piace a 1 persona

Rispondi a Conte Gracula Annulla risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...