Qual è la differenza fra scrivere fanfiction e storie originali? Qual è l’errore da evitare quando si scrivono racconti originali?

Fanfiction vs. Original fiction

Oggi vorrei tornare a parlare di fanfiction e, nello specifico, vorrei provare a parlare delle differenze fra fanfiction e opere originali.

Extras vs. Everything

Utilizzo queste due parole anglosassoni per riassumere quello che sarà il senso del mio post.

Le fanfiction si focalizzano su quello che, in un’opera originale, sarebbe un extra (un “di più”). Mi spiego meglio: le fanfiction hanno la strada spianata in fatto di world building. Non devono creare i pilastri della storia, ma soltanto approfondire e sviluppare aspetti della storia a cui sono legati o che avrebbero voluto cambiare nella versione originale.

Ne consegue che, nelle fanfiction, tutto ruota (almeno così spesso accade) attorno ai personaggi, alle loro interazioni, ai what if inesplorati, con un’ampia dose di “melodramma“.

Invece, scrivere un’opera originale significa strutturare tutto dall’inizio. Creare un mondo e le sue regole, creare i personaggi ma soprattutto inserire i personaggi in una trama che va al di là delle interazioni tra i personaggi.

Scrivere fanfiction aiuta?

Devo ammetterlo. Non ho mai avuto molta costanza con le fanfiction. Recentemente sono ritornato su Wattpad e sto partecipando a un’iniziativa in cui si scrivono flashfic originali (di cui vi lascio il link sia della mia raccolta sia del regolamento per partecipare all’iniziativa), e questa immersione in siti dove una buona parte delle storie sono fanfiction mi ha stimolato questo post.

Ma proviamo a rispondere a questa domanda: scrivere fanfiction aiuta a migliorare come scrittori?

Credo che ogni esercizio di scrittura possa essere utile. Inoltre, se si hanno dei beta reader, avere dei commenti istantanei può aiutare a capire cosa ci viene bene quando scriviamo.

Tuttavia, il punto di partenza è completamente diverso. Quindi, l’approccio quando si prova a scrivere un’opera originale bisogna ragionare molto di più.

Emozioni vs. lucidità

Se con le fanfiction possiamo subito buttare su pagina tutti i nostri sentimenti e il legame affettivo che abbiamo costruito con dei personaggi, con le nostre storie originali dobbiamo essere più lucidi.

Dovremo ragionare, progettare e far decantare un po’ le nostre storie (per avere modo di capire se vale la pena davvero portarle avanti), prima di condividerle col mondo.

L’errore (comune) da evitare quando si passa dalle fanfiction alle storie originali

Non ho letto tantissimi racconti su Wattpad o EFP, ma abbastanza da poter individuare il principale errore che si deve evitare quando si effettua la transizione dalle fanfiction alle storie originali.

Di cosa parlo? Del ritmo. Scrivendo fanfiction ci si abitua ai tempi dilatati e non si impara a gestire il ritmo.

Se, infatti, nelle fanfiction ciò che cerca il lettore sono proprio i dialoghi e le interazioni sentimentali fra personaggi già conosciuti, nelle storie originali il lettore viene catturato prima da una trama intrigante che dalle interazioni o dalle “ship” fra i personaggi.

Conclusioni:

Scrivere fanfiction ha tanti vantaggi (l’interazione con altri fan di storie che amiamo, i feedback istantanei e la possibilità di esercitarsi in alcuni aspetti particolari della narrazione come i dialoghi o la scrittura emozionale), ma presenta significative differenze dalla scrittura di storie originali.

Articoli correlati: 

Fanfiction: cosa sono e da che parte stare?

Il mio profilo Wattpad 

10 pensieri riguardo “Qual è la differenza fra scrivere fanfiction e storie originali? Qual è l’errore da evitare quando si scrivono racconti originali?

  1. Riflessione interessante, mi ritrovo molto nelle tue opinioni. Devo ammettere che ho letto alcune fanfiction molto accurate e storie originali che invece non avevano spiraglio di salvezza, però diciamo che quando un romanzo originale deriva da una fanfiction con i nomi cambiati li scovo subito 😀

    "Mi piace"

  2. Concordo su tutto, tranne su quello che dici verso la fine: “nelle storie originali il lettore viene catturato prima da una trama intrigante che dalle interazioni o dalle “ship” fra i personaggi.”
    O meglio, dovrebbe essere così, ma purtroppo leggo fin troppo spesso di gente, in genere giovani, che mollano una storia (da leggere o guardare) perché non ci sono ship, o comunque non le ship che vogliono loro.
    Quello delle ship è uno dei cancri della narrativa contemporanea.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...