Mai Senza Parole #1

Ho corteggiato a lungo l’idea di scrivere un diario sul blog. Aver trovato un posto in cui sfogarmi, nei momenti in cui ero più in trepidazione per la presentazione del libro, mi ha definitivamente convinto a farlo. Quindi, con oggi inauguro “Mai Senza Parole“!

Come vedrete dall’immagine, mi piace definirlo un diario di viaggio, perché sarà in queste righe che troverete quello che c’è dietro i contenuti del blog e i lavori che ho scritto/scriverò.

In qualche modo, questo diario – che andrà online senza una cadenza fissa – parlerà di me e del mio sogno di scrivere. Di raccontare, perché non riesco a vivere senza le storie. Parlerò anche di cose più futili e di quelle cose che mi colpiscono, ma non abbastanza da trasformarsi in veri e propri post. Sarà comunque una rubrica caotica, con pensieri disomogenei riassunti nel medesimo post. 

In questa prima pagina di diario, mi sento di condividere con voi un bel momento. Oggi, una cliente di mia madre (che ha preso il mio libro), mi ha fatto i complimenti per come si legge agilmente. Era entusiasta e mi piace pensare che non abbia parlato falsamente. Anzi, prima o poi la mia testolina si convincerà che, se tutti dicono che è scritto bene, di quello non mi devo più preoccupare. Devo preoccuparmi solo di toccare le giuste corde, con le mie parole, e di trasmettere la mia sensibilità!

E’ stata una bella ventata di fiducia, mentre sono alle prese con una storia talmente assurda che non so che fine farà. Sembra più la sceneggiatura di una produzione americana, ma le idee e la passione per un determinato mondo mi stanno portando a scrivere un romanzo, di cui nemmeno riuscirei a definire il genere. Ha un po’ del thriller e un po’ dell’horror, con tracce di fantascienza. Insomma, un’operazione complessa, di cui ho fatto leggere qualche pagina alla mia cara amica blogger, Feliscia de Il Lettore Curioso. Già le ho detto che, se il progetto vedrà la luce, la prima copia sarà quella che le regalerò!

Oggi pomeriggio ho visto il film Mother’s Day. Non so se lo avete presente. Lo han dato ieri sulla Rai. La solita commedia corale, che trasudava buonismo americano. Una di quelle in cui Jennifer Garner non può mancare (e, infatti, fa un piccolissimo cameo, tanto per non far sentire la sua mancanza). In compenso c’era Jennifer Aniston, che io personalmente venero!

Chiudo, scegliendo una canzone con cui salutarvi. Cercherò di salutarvi con la canzone che ho in testa, nel momento in cui scrivo. E questa è la scelta di oggi…!

Alla prossima!

11 pensieri riguardo “Mai Senza Parole #1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...