Anelli del potere: tutte le critiche mosse dai fan. Una serie non-canon con un personaggio che non piace

Sta diventando quasi kafkiano l’odio di molti fan tolkieniani per la serie “Anelli del potere”, prodotta da Amazon Prime Video.

Credo che sia diventato davvero un gioco assurdo quello di trovare a una serie come Rings of Power ogni tipo di difetto, come se fossimo abituati a vedere, in continuazione, prodotti di una qualità superiore.

Certo, Anelli del potere non è (e non è nemmeno vicina a essere) una serie perfetta, ma non è nemmeno un prodotto pessimo.

Ma oggi affrontiamo quelle che sono state le maggiori critiche alla serie e proviamo a riflettere su questi punti cruciali che hanno diviso il pubblico.

PRODOTTO NON CANONICO E LINEA TEMPORALE NON FEDELE AI TESTI DI TOLKIEN

Quello che mi premerebbe dire sulle opere di Tolkien è che sono talmente tante – una vera e propria mitologia – che non sempre vi è una interpretazione unica o una narrazione univoca degli eventi e del loro scorrere. Alcuni eventi sono stati narrati e riportati in più modi dallo stesso Tolkien, dunque mi viene da chiedermi perché una serie – che, ricordiamo, non può contare su tutti i diritti sul materiale tolkieniano – dovrebbe essere fedelissima agli scritti dell’autore? Oltretutto, si tratta di una serie prequel a Lo Hobbit e al Signore degli anelli e gli eventi precedenti a queste due storie sono quelli più magmatici (tratti prevalentemente da Il Silmarillion e dai Racconti perduti) e meno dettagliati persino negli scritti di Tolkien. Peraltro, tantissimi autori hanno visto le loro opere adattate per la televisione con veri e propri stravolgimenti.

Quello che dovremmo chiederci è se la serie rispetta le atmosfere e lo spirito di Tolkien piuttosto che pretendere un rispetto pedissequo delle vicende da lui scritte.

RITMO LENTO

Il ritmo della serie viene considerato dai fan fin troppo lento. Questa è una critica che può avere un fondamento, sebbene… Anelli del potere non è una delle serie più lente degli ultimi tempi. Anzi, se penso a grosse hit della serialità più o meno recente, mi vengono in mente dei titoli (The Handmaid’s Tale su tutti) assai più lenti di Anelli del potere, che, comunque, riesce a dosare gli eventi più salienti in modo tale da presentare mondo e personaggi senza annoiare lo spettatore.

IL MODO IN CUI SOPRAVVIVONO I PERSONAGGI A SITUAZIONI DISPERATE

Questa la appoggio in pieno. In generale, non ho mai amato vedere scene in cui i personaggi scampano a morte certa. Preferisco che i personaggi evitino la situazione assolutamente disperata. Effettivamente, anche io non ho amato il vedere molti personaggi sopravvivere a situazioni da cui sarebbe impensabile uscirne illesi o, comunque, vivi.

477191817522

GALADRIEL E I SUOI MODI MASCOLINI

Si è persino criticato il modo mascolino di agire di Galadriel. Senza considerare che non ci sarebbe nulla di male nel suo modo di comportarsi, anche qualora fosse troppo mascolino. Ciò su cui bisognerebbe concentrarsi è la tridimensionalità di Galadriel. Galadriel è, senza ombra di dubbio, il personaggio principale (seppure si tratti di una storia corale che presto, a mio avviso, vedrà Isildur, lo straniero e forse anche Halbrand ergersi come protagonisti di pari importanza) e quello che non funziona è che non sia davvero in grado di attrarre le attenzioni e reggere il peso della serie. L’elfa rimane un personaggio monodimensionale, dominato dall’intento di vendetta. Ci può anche stare che sia questo il suo movente e che debba crescere come personaggio. Non dico che sia poco credibile, ma dico che è un personaggio che, al momento attuale, non è così affascinante da mantenere gli spettatori incollati allo schermo e portarli a investire emotivamente sulle sue sorti.

GLI ABITI E IL TAGLIO DEI CAPELLI DEI PERSONAGGI

I fan tolkieniani hanno storto il naso al vedere elfi coi capelli corti così come all’accorgersi che i vestiti dei personaggi appaiano eccessivamente nuovi. Io, a questa critica, risponderei semplicemente con un: “sul serio?” Credo che sia giustissimo che gli showrunners creino una loro estetica del mondo che narrano. Inoltre, su questi aspetti Tolkien non si è mai espresso in maniera rigida.

PER APPROFONDIRE IL MONDO DI TOLKIEN PUOI LEGGERE QUESTA GUIDA E LA MIA RECENSIONE!

2 pensieri riguardo “Anelli del potere: tutte le critiche mosse dai fan. Una serie non-canon con un personaggio che non piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...