I personaggi di “Cronache di un vampiro – Canto della terra”: tra dannazione e redenzione

Buongiorno a tutti, cari lettori.

Oggi, come promesso, torno a parlare di “Cronache di un vampiro – Canto della terra”, che sarà disponibile dal 21 settembre.

Ricordandovi che chiunque sia disponibile per una recensione/collaborazione potrà richiedermi una copia digitale (scrivendo alla mia mail: giovydr@gmail.com), oggi proverò a condividere con voi una piccola descrizione dei personaggi della mia trilogia vampiresca.

Partiamo col dire che, come in ogni storia, si deve parlare di umanità e di vita vera, a prescindere dall’utilizzo di creature soprannaturali. Per questa ragione i vampiri che popolano le mie pagine sono dotati di libero arbitrio e, pur sentendo il peso degli istinti, hanno la facoltà di non trasformarsi in mostri.

Il personaggio che dominerà la scena in questo secondo capitolo è Annalise, una vampira trasformata nel 1965 che emerge proprio per la sua rigida scala valoriale. Per molti versi Annalise è una “vigilante”, il suo compito dichiarato è quello di dare la caccia al suo creatore, Virgilio, e salvarne le vittime potenziali.

Tuttavia, in “Canto della terra” Virgilio sfuggirà da questa logica di contrapposizione, costringendo Annalise a trovare un nuovo senso alla sua esistenza.

Le novità di questo secondo capitolo, dal punto di vista dei personaggi, saranno essenzialmente tre.

Ci sarà un importante focus sul personaggio di Raquel, la vampira spagnola, alleata di Virgilio. Lei è un’assassina senza remore, opportunista e molto, molto pericolosa. Anche il suo personaggio, però, con l’andare del tempo, ha rivelato alcune sfaccettature che lo hanno reso più complesso. Anzi, posso proprio dire che scrivere il suo personaggio mi ha portato più lontano di quanto credessi e più volte mi sono ritrovato a chiedermi quali effetti possa avere sulla psiche una solitudine forzata, protrattasi nel tempo.

Forse, il principale obiettivo che mi sono posto, nel creare i miei vampiri, è stato quello di non farli apparire come “irrimediabilmente dannati”, ma con una via per la redenzione davanti. Starà alla coscienza del lettore capire da quale orrore non esiste più ritorno.

Un’altra novità sarà il personaggio di Aponi, la madre di Sahara, che entrerà in gioco in questo secondo libro. Una madre pronta a battersi per ritrovare e vendicare la figlia. Aponi è stato un personaggio strano che, secondo me, servirà a ribaltare ogni previsione del lettore.

Non sempre i buoni risulteranno simpatici, per dirla in parole povere. Per il momento non voglio aggiungere altro.

Infine, la terza grande novità sarà il supervillain che apparirà per la prima volta in questo secondo volume. Non voglio nemmeno anticiparvi il suo nome, perché anche attorno al suo nome si cela un mistero. Questo nuovo antagonista potrebbe far vedere sotto una nuova luce i villain già presentati in “Vincoli di sangue” e creare nuove interessanti dinamiche, in vista di una resa dei conti nel capitolo finale della saga.

Per oggi è tutto. Ci vediamo domani con un estratto del romanzo in anteprima!

Vi lascio qui sotto dei link per conoscere di più del mio mondo di vampiri.

Ci sentiamo presto!

La nascita di un supervillain

Una vampira può essere “buona”?

Il link di acquisto del primo volume.

Un pensiero riguardo “I personaggi di “Cronache di un vampiro – Canto della terra”: tra dannazione e redenzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...